Guarda, vedi, tocca, annusa, gusta la missione!

Il gigante Caiza

Anche se il titolo potrebbe far pensare a una leggenda, per questa volta non vi racconto una storia, ma la realtà molto concreta del Collegio Paolo VI, un’opera impressionante per le sue strutture e l’eccellente organizzazione, la cui regia trova l’anima e il cuore nel Padre Julian, un sacerdote diocesano potosino, compagno di servizio e di sogni per la gioventù.

padre Julian
Era uno dei nostri primi sabati boliviani, verso le 13, quando ha bussato per la prima volta alla porta di casa nostra: si presenta come il parroco di Caiza D e chiede collaborazione nella difficile avventura dell’educazione integrale di circa 350 giovani presenti nel Collegio. Siamo appena arrivate, temporeggiamo qualche mese, e a fine maggio ci rechiamo a Caiza, dove ci riceve calorosamente, e ci presenta la struttura. Semplicemente rimaniamo a bocca aperta: ci sono tre case che accolgono gli studenti da lunedì a domenica, cioè in maniera continuata durante l’anno scolastico, con tre uniche uscite per le vacanze: a carnevale, nelle vacanze invernali di luglio, per il tempo dei Santi e dei Defunti a novembre. La scuola è ben attrezzata: con computers, una ricca biblioteca, una grande sala video, un palazzetto per lo sport e tanti altri servizi, allo stile dei migliori collegi europei ed americani, nel contesto della povera Bolivia.

la bella entrata al Collegio
Attorno alla scuola superiore e all’attenzione per l’educazione integrale dei ragazzi, c’è tutta un’organizzazione satellite: una panetteria che sforna migliaia di pani alla settimana; un orto grande e produttivo, l’ allevamento dei maiali, un magazzino colmo di sacchi di farina, riso, pasta, e quant’altro, persino una piccola cartoleria dove i ragazzi possono comprare cancelleria a prezzo di fabbrica.

uno dei grandi orti
La nostra presenza a Caiza è molto ridotta: la domenica, dopo un pranzo prima del tempo, ci rechiamo alla casa delle ragazze, oppure in salone parrocchiale, dove facciamo attività con gli studenti, o semplicemente ci mettiamo a disposizione per colloqui personali.

le ragazze del Collegio
Nel settembre 2013 il Collegio Paolo VI ha compiuto 50 anni, ed ha festeggiato solennemente, con la presenza del vescovo di Potosí, che è il diretto responsabile dell’Istituzione. Per molti decenni questa scuola è stata la migliore di tutto il paese: chi usciva da Caiza con la maturità trovava subito lavoro ad alto livello, e da tutte le parti della Bolivia si presentavano candidati studenti per il Collegio. Padre Julian, una domenica, ci fa vedere con orgoglio la bacheca: ci sono i risultati delle Olimpiadi Scientifiche: il Collegio è primo a pari merito con un altro di Potosí a livello di Dipartimento, e uno dei migliori dello Stato Plurinazionale. Sicuramente l’eccellente metodo di insegnamento del Paolo VI continua ad avere i suoi frutti, sebbene oggi giorno non sia più l’unico, fortunatamente!

La prossima settimana vi parlerò della donna che ha fatto di questa scuola una forgia di ottimi studiosi: Lya Clays, una laica consacrata che ha dato la vita per l’educazione.

i bambini fanno coreografie con il tricolore boliviano


Il gigante Caiza Il gigante Caiza Reviewed by Stefania Raspo on 01:00 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.