Guarda, vedi, tocca, annusa, gusta la missione!

L'aguayo

La cultura andina si distingue - lo abbiamo già detto mille volte - per i suoi colori sgargianti e audacemente accostati, che la rendono tipica e riconoscibile facilmente. Di certo, il tessuto che più incarna la sensibilità cromatica quechua è l'aguayo: un quadrato di stoffa resistente che ha centinaia di usi, ed è un aiuto insostituibile per le donne.


Non c'è niente di più semplice dell'aguayo, eppure è la quintessenza del multi tasking: da culla, a passeggino, a coperta per i bimbi piccoli. Da borsa della spesa a bagagliaio per caricare le cose che si vendono o comprano al mercato. Da basto per caricare legna, frutti, e quant'altro da trasportare da un luogo all'altro a giocattolo per le bambine che vi mettono la bambola, imitando la loro mamma.

L'aguayo ha un suo simbolismo forte: vuole rappresentare, con i suoi colori e le forme stilizzate la Pachamama: la Madre Terra con i suoi frutti e animali. Il quadro qui sotto lo dimostra bene!


Nulla di più azzeccato: come la relazione con la Pachamama è profonda, continua e vitale, così l'aguayo è sempre a fianco della donna, per aiutarla nelle sue occupazioni che danno vita (allo stesso modo la Pachamama dà vita alle creature): la cura dei figli, il trasporto del cibo, alle volte le pentole vengono avvolte nell'aguayo per mantenere il calore: un perfetto scaldavivande!

trasporto legna
al mercato l'aguayo diventa anche un elegante espositore di prodotti
Ogni regione ha i suoi disegni propri, che distinguono la provenienza dell'aguayo, e una volta i colori e le decorazioni distinguevano persino le comunità. Oggigiorno l'aguayo è prodotto in fabbrica, standardizzando i modelli, anche se non manca l'arte della tessitura a mano, che dà risultati incredibili. Per farne uno, ci vuole almeno un mese di lavoro al telaio.

splendido aguayo artigianale
L'aguayo L'aguayo Reviewed by Stefania Raspo on 01:00 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.