Guarda, vedi, tocca, annusa, gusta la missione!

Tutti a casa! Iniziando dalla Madonna

Finita la festa della Candelaria, poco a poco le persone lasciano Vilacaya. I priori della festa hanno ancora il suo bel da fare a mettere in ordine gli ambienti e le stoviglie, e per ultimo compiono ancora un gesto, colmo di ritualità: ripongono la Madonna nella nicchia dell’altare.




Anzitutto, le campane: ogni volta che la statua è spostata, un signore avvisa con i tocchi. Alcune persone, avvisate dal suono, arrivano, e si uniscono al momento. I più si avvicinano, pregano, toccano la Madonna, le offrono incenso. 

Smontato l’arco, pulita la Candelaria di tutta la mistura (i coriandoli: segno immancabile in qualsiasi festa, sacra o profana) che le hanno tirato i suoi devoti, due uomini la portano ai piedi dell’altare, davanti al Tabernacolo. Allora le persone, una alla volta si “fanno pestare” dalla Vergine: il termine può suonare alquanto violento, ma vuole indicare un atto di  devozione/sottomissione molto semplice: la statua è sollevata da due persone a circa un metro dal pavimento; i devoti si inginocchiano, mettono la loro testa sotto i piedi della Madonna, ed escono dall’altra parte, alle sue spalle, camminando sulle ginocchia. Finito questo momento rituale, allora l’immagine sacra è sollevata, con molta cautela, sull’altare, quindi legata con delle corde, ed innalzata da due uomini, che già si trovano nella nicchia.





Per un anno, Madonna della Presentazione, guarderai i tuoi figli dall’alto della tua casa, ed essi ti guarderanno alzando lo sguardo, o con il cuore e l’immaginazione, mentre lavorano e vivono lontani da te fisicamente, ma sentendoti vicina come madre affettuosa e sollecita.

Guarda adesso la sequenza del itorno a casa della Madonna! 






Tutti a casa! Iniziando dalla Madonna Tutti a casa! Iniziando dalla Madonna Reviewed by Stefania Raspo on 01:00 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.