Guarda, vedi, tocca, annusa, gusta la missione!

Visite gradite

Ormai sta diventando una tradizione: in luglio ed agosto la nostra casa apre le porte per accogliere amici e amiche che vengono a condividere qualche giorno con noi, in coincidenza con le vacanze invernali sudamericane, ed estive europee.

Malù e Carmen ci regalano la "fregona" per facilitare i nostri lavori casalinghi

L’altr’anno hanno aperto i battenti la famiglia di Laici Missionari della Consolata composta da Luis, Betty e Lluvia, venuti da Buenos Aires. Quest’anno sono venute Malú e Carmen dalla Spagna, due professoresse in gamba e molto simpatiche, quindi è stata la volta di mia mamma Maria, insieme a  Elisa, Ilaria e Silvia, tutte provenienti dalla provincia di Cuneo.
E’ bello aprire le porte di casa e soprattutto le porte del cuore e fare spazio nella propria vita ad altre persone. Era saggio san Benedetto, che metteva l’ospitalità come una delle prime cose importanti per i suoi monaci. L’ospitalità fa crescere, intreccia le vite, e tutto cambia. Salutando le nostre ospiti alla loro partenza, il cuore si stringeva, segno che avevano trovato il loro posto nella nostra vita.
Valigie giganti, e colme di cose da regalare alla comunità o ai poveri, gli occhi ben aperti e molte domande da fare, scoprendo poco per volta il nuovo mondo. La macchina fotografica in missione permanente, ed un quaderno per scrivere il diario di bordo. Molta voglia di comunicare, nonostante i problemi di lingua, ma i sorrisi, si sa, sono poliglotta!

suor Gabriella presenta Maria, Elisa, Ilaria e Silvia ai ragazzi della mensa

La nostra gente ha dato il meglio di sé quanto ad ospitalità, e notando l’assenza delle visite, chiedeva con interesse dove si trovavano, come stavano e quando sarebbero ritornate.
Sicuramente l’esperienza in Vilacaya è un momento forte per chi la vive: il contatto con una cultura originaria dalle radici millenarie è come chi si affaccia ad uno scrigno colmo di gioielli splendenti. L’unica cosa che si può fare è aprire la bocca nello stupore e lasciare che questo tesoro ci colmi gli occhi e il cuore.
Al salutarci, le nostre ospiti hanno dimostrato molta gratitudine per l’accoglienza ricevuta, ed ammirazione per la nostra vita missionaria. Cerchiamo di vivere, giorno per giorno, con radicalità la nostra vocazione, non ce ne vantiamo, perché sappiamo che di “polvere siamo fatti”, come dice la sapienza dei salmi, però fa piacere che gli altri percepiscano questo sforzo, e ancor di più ci colma di gioia sapere che possiamo donare la nostra semplice testimonianza di vita consacrata per la missione.
Ah, prima di finire, non voglio dimenticare di scrivere che le porte della nostra casa sono sempre aperte, e anche quelle del nostro cuore…

Ilaria e SIlvia servono il pranzo alla mensa
Visite gradite Visite gradite Reviewed by Stefania Raspo on 01:30 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.