Guarda, vedi, tocca, annusa, gusta la missione!

La città dai sette colli

Pensavate che solo Roma può pregiarsi di questo nome? Ebbene no: anche la Bolivia ha la sua bella città adagiata su sette colli: Sucre, la capitale del paese.

vista panoramica della città dal colle Recoleta

Dista a solo tre ore da Potosí, e per arrivarci si scende, scende… sicuramente 1500 metri se non di più. In agosto presenta già alberi fioriti, persino il lapacho, albero bello con i suoi fiori viola o fucsia, tipico di climi decisamente più caldi. Ed in effetti, arrivando da Potos¡ con i maglioni pesanti, è meglio avere indossato una maglia delle maniche corte, e iniziare lo “scipollamento”, se non si vuole sparire evaporati.

cattedrale by night: l'illuminazione notturna risalta le architetture della Colonia 
Una guida turistica riporta una citazione che dice: “A Sucre il turista va per fermarsi tre giorni, e ci rimane per mesi”. Certo, chi può permetterselo… però è vero che la sorpresa entusiasma il visitante, che trova una città di una bellezza unica. Sucre non è molto grande, e questo gioca a suo favore: non c’è il caos delle grandi città, in più, non essendo la sede del governo, non deve sopportare le infinite manifestazioni sindacali e non che intasano tutte le capitali del mondo (inclusa Roma, l’altra città dei sette colli, che almeno una volta alla settimana si ritrova con il centro paralizzato…).

interno della Cattedrale. Dalla partecipazione alla Messa, la Chiesa di Sucre
si presenta molto viva
E’ una delle città americane che più ha conservato l’impianto urbano coloniale e le sue abitazioni dell’epoca. Alla sera le luci esaltano la bellezza delle architetture e i numerosi musei documentano la sua storia. Sucre è una delle prime città costruite dagli spagnoli, e fu teatro delle fasi dell’indipendenza boliviana, molto prima di altri paesi colonizzati.
Essendo adagiata sui sette colli… bisogna prepararsi ai saliscendi, ma vale la pena arrampicarsi per la ripidissima via che porta alla Recoleta, dove sorge l’antico convento francescano: da lì la vista sulla città è spettacolare e fa dimenticare ben presto il fiatone.


inclina la testa a destra e... guarda i saliscendi delle strade 

Da molti anni ormai La Paz è sede del governo, e a Sucre è rimasto solo il privilegio di ospitare la Suprema Corte della Giustizia. Nei suoi abitanti è rimasto l’amaro in bocca per questa scelta politica, e ogni tanto lo scontento si manifesta, soprattutto contro l’attuale governo di Evo Morales. 


Piazza 25 maggio: il salotto elegante della città



particolare di una porta: battente

La città dai sette colli La città dai sette colli Reviewed by Stefania Raspo on 01:30 Rating: 5

Nessun commento:

Powered by Blogger.